CASCHI MOTOCROSS ENDURO

CASCHI MOTOCROSS ENDURO

La rivoluzione del casco da MOTOCROSS/ENDURO

Il casco da motocross è la scelta più importante per tutti gli amanti del Fuoristrada. Nel corso degli anni i caschi cross si sono evoluti da casco aperto, a casco con mentoniere avvitata all’attuale casco integrale da cross.
I caschi motocross possono essere realizzati con svariati materiali: policarbonato, fibra tricomposito, carbonio.
Che tu sia un amatore o un campione la scelta del casco motocross come del casco enduro ha la sua importanza.
Per prima cosa i caschi cross sono dotati di un ampio spazio anteriore per poter agevolmente ospitare le maschere a protezione degli occhi, hanno un frontino regolabile in altezza, sono dotati di interni staccabili e lavabili e sono dotati di chiusura a doppio anello (la più sicura ).
I più recenti caschi motocross sono realizzati per potere essere utilizzati con i neck brace (protezioni collo).
Anche la forma del casco cross è cambiata, da linee tondeggianti si è passato a linee spigolose, oggi le più gettonate.
Ma una cosa bisogna cercare nei caschi motocross o nel casco fuoristrada: la sicurezza! Oggi le nuove tecnologie hanno sviluppato nuovi materiali e nuovi brevetti per ridurre al minimo i danni in caso di caduta.
I soldi meglio spesi sono quelli per un buon casco da motocross, da Motardshop avrai la certezza che la sicurezza non è un opzional.

More

Marchi trattati

   Scopri gli altri marchi trattati

Metodi di pagamento

LEATT GPX 5.5 Yel-Blk-Wht Casco in fibra Motocross Enduro Quad Supermotard

Nuovo

La rivoluzione del casco da MOTOCROSS/ENDURO

Maggiori dettagli

342,30€

-30%

489,00€

Più informazioni

LEATT GPX 5.5 Yel-Blk-Wht Casco in fibra Motocross Enduro Quad Supermotard

Rivoluzionario per soluzioni tecnologiche e sicurezza oltre ogni standard fino ad ora conosciuti.
Il nuovissimo casco, grazie agli studi realizzati nei laboratori LEATT, utilizza per la prima volta la tecnologia 360Turbine, che insieme al nuovissimo materiale con cui è realizzata la calotta, denominato, Armourgel e la concezione futuristica della calotta con celle a "V", fornisce al casco delle nuove caratteristiche di sicurezza.

La calotta Leatt V-Foam è realizzata in multistrato per assorbire le energie causate da un impatto medio-alto.
La struttura a V si comprime e si deforma assorbendo la forza che diversamente sarebbe trasferita alla testa.
Questa particolare realizzazione crea una struttura solida in grado di assorbire le forze generate in una cadutra ma con una calotta di dimensioni ridotte grazie all'eliminazione degli spazi tra calotta e imbottitura.

Leatt Turbine Tecnology assicura l'assorbimento delle energie di bassa intensità ed offre protezione in caso di impatto multiplo (rotolamento).
I test effettuati hanno prodotto dei risultati che evidenziano una riduzione del trasferimento delle energie dal casco verso la testa tra il 30% ed il 50%.
Lo scopo della Turbine Tecnology è di controllare la forza impressa al cervello dalla rotazione del casco, evitando così conseguenze peggiori.

Le dimensione della calotta, le forze impresse al collo e l'accelerazione che subisce il cervello hanno tutte un comune denominatore: le dimensioni della calotta.
Le dimensioni esterne contenute della calotta riducono le forze di rotazione che vengono trasferite alla testa, al cervello ed anche al collo.

Perfettamente compatibile con l'uso del colalre protettivo.
Il disegno posteriore arrotondato per una massima libertà di movimento. Placca posteriore per assorbire l'iperdistensione.
Fondo piatto per non interferire con il neck brace.

Il casco Leatt è progettato pensando alla massima ventilazione in utilizzi gravosi come può essere il motocross o l'enduro. La ventialzioen non dipende dalal velocità di impiego, ma dal numero di prese di aereazione in modo tale che deve essere ottimale anche alle basse velocità.

La corretta idratazione stà alla base di ogni performance sportiva ed è per questo che il casco Leatt è predisposto per l'utilizzo del sistema di idratazione.

30 altri prodotti della stessa categoria: